Connect with us

Bancomat e Uffici Pubblici: Rischio Hacker

Security

Bancomat e Uffici Pubblici: Rischio Hacker

E’ allarme hacker per centinaia di migliaia di computer del governo americano (e non solo!) dal prossimo 8 aprile: fra 2 settimane il sistema di protezione gratuito di Microsoft per Windows XP va in pensione. Secondo quanto afferma il Washington Post, circa il 10% dei computer governativi – ossia centinaia di migliaia – continueranno a essere in funzione con Windows XP. Senza più il firewall protettivo di Microsoft, che da ben 6 anni ha avvertito i clienti della ‘chiusura’ nell’aprile 2014.

Ma la questione non si esaurisce qui, il vero problema è che molti bancomat e servizi pubblici anche italiani utilizzano ancora il fortunatissimo prodotto Microsoft che imperversa dal 2001 sui terminali di tutto il globo. E dal prossimo 8 Aprile –  in realtà l’azienda di Redmond rilascerà antivirus ancora per un altro anno – non ci saranno più aggiornamenti per cui la vulnerabilità dei sistemi aumenterà esponenzialmente col passare del tempo. Un rischio che sicuramente verrà sventato dalla snella burocrazia degli uffici pubblici italiani.

“In Italia ci sono aziende private e pubbliche che si sono messe al passo da tempo, ma tante altre non lo hanno fatto.  Soprattutto nella Pubblica Amministrazione, con una situazione critica nella sanità”, dice  Carlo Mauceli, responsabile Microsoft Italia della digitalizzazione in rapporto alla PA e al governo. In Italia, secondo Idc, il 24% delle PMI utilizza Xp per oltre l’80% del parco computer. L’Enav, la società Nazionale per l’Assistenza al Volo fa sapere che “è in linea coi tempi e le modalità di passaggio da XP a Windows 7 su circa 3000 postazioni”. Non ci resta che sperare in bene

Ti potrebbe Interessare

Continue Reading

More in Security



News


Top News

To Top