Connect with us

Apple accusata di pedinare i suoi utenti tramite la geolocalizzazione

Apple

Apple accusata di pedinare i suoi utenti tramite la geolocalizzazione

Non è una novità che prodotti Apple come iPhone e iPad, grazie al GPS integrato, effettuino il tracciamento della posizione per vari scopi, fra i quali il tagging automatico del luogo in cui ci si trova quando si è scattata una fotografia. E’ meno noto che Apple, invece, si scarica i dati del tracciamento della posizione a fini pubblicitari per iAD e per migliorare le funzioni correlate alla geolocalizzazione, in forma completamente anonima quando si effettua la sincronizzazione del dispositivo.

Il problema, che in questi giorni ha aperto una grandissima polemica e ha portato molte accuse alla azienda di Cupertino, sta nel fatto che l’utente medio è totalmente inconsapevole di quanto accade e che i dati del tracciamento non sono cifrati, il che permetterebbe teoricamente ad Apple o ad altri di sapere esattamente che spostamenti un utente effettua nel corso della sua vita, assomigliando quasi ad un pedinamento. Le possibilità in questione sono mostrate da questa applicazione , chamata iPhone Tracker che, accedendo alla libreria iTunes, visualizza in una mappa i propri spostamenti tracciati dal dispositivo Apple in possesso.

Secondo fonti, comunque, parrebbe che Apple non sia in grado di associare i dati di tracciamento ad una determinata persona, che comunque rimarrebbero un problema serio in caso di furto del dispositivo, che comunque comporterebbe per il ladro anche la completa possibilità di accedere ad altre cose come SMS, applicazioni, foto e quant’altro. Inoltre iPhone non è l’unico smartphone che tiene traccia di questi dati, ma è una cosa comune con altri smartphone in commercio.

Se in ogni caso si è disturbati da questa possibilità che, detta in un certo modo, risulta essere un pò inquietante, sarà sufficiente disabilitare il GPS dalle impostazioni mentre, se si volesse impedire ad Apple di utilizzare i dati in questione a fini pubblicitari (ma comunque continuando il tracciamento), sarà sufficiente accedere a questa pagina con un dispositivo dotato di iOS 4.

Si aspetta la risposta di Apple stessa, che ancora non ha rilasciato dichiarazioni in merito a questa grave accusa di pedinamento che, siamo sicuri, continuerà ad aleggiare ancora per un bel pò.

Source: Punto Informatico

Ti potrebbe Interessare

Continue Reading

More in Apple



News


Top News

To Top