Connect with us

Nasce Spritz. Il nuovo modo di leggere

Ebook

Nasce Spritz. Il nuovo modo di leggere

Tra le tante novità che la tecnologia ha portato nella nostra vita quotidiana senza dubbio una delle più innovative (e a mio parere discutibili)  è quella della lettura online. Talvolta costretti dal lavoro, talvolta vittime di un eccessiva ricerca di comodità, i lettori di tutto il mondo stanno lentamente sostituendo il vecchio formato cartaceo con lo schermo del pc, del tablet o dello smartphone. Per questo moltissime testate online stanno rivedendo le proprie impostazioni grafiche, adattandole a schermi più piccoli con testi più grandi e spaziature maggiori.

Non per tutti questo è l’approccio giusto. A Boston, tali Frank Waldman (CEO) e Maik Maurer (CTO), hanno fondato e lanciato Spritz, un’assoluta novità nelle modalità di fruizione di un testo scritto. Si tratta di un’interfaccia di text streaming attraverso la quale l’utente leggerà, in maniera quasi passiva, un testo che man mano comparirà su di un piccolo riquadro, chiamato Redicle. “Gran parte del tempo di consumo di un testo giace nei movimenti che l’occhio deve compiere per spostarsi da una parola all’altra e da una frase all’altra”, si legge sul sito ufficiale della startup. “In più, la lettura tradizionale porta tanto spazio fisico. Noi risolviamo entrambi questi problemi”.

Gli autori sostengono che la loro creazione permetterà di rilassare notevolmente l’occhio umano, non più obbligato a fare avanti e indietro lungo la pagina, nonchè aiutare i lettori a leggere fino a 1000 parole al minuto, facilitando l’apprendimento e facendo risparmiare tempo all’utente.

Si tratterebbe, se prendesse piede, di una vera e propria rivoluzione delle abitudini dei lettori, anche se, qualche dubbio sorge. Prendete ad esempio il ritmo con cui leggiamo. Un testo che spara 1000 parole al minuto non concede molto spazio all’interpretazione e in ogni caso, si decidesse di leggere più lentamente, il testo dovrebbe essere dotato di apposite pause. Discorso diverso se si intende Spritz solo come uno strumento per apprendere e che il suo uso non sia in alcun modo destinato alla “recitazione” ad alta voce, sebbene le due modalità di fruizione non sia così nettamente distinte.

Per ora si tratta di una tecnologia non open source ed è disponibile in un numero limitato di lingue. Non c’è da stupirsi se l’italiano non fa parte di queste. In ogni caso, se masticate un po’ di inglese, potete dare un’occhiata al sito ufficiale http://www.spritzinc.com e provare a leggere qualcosa.

 

Continue Reading
Click to comment

More in Ebook



News


Top News

To Top