Un test estremo per iOS9



A pochi giorni dal lancio di iOS9 abbiamo realizzato un test per provare il nuovo sistema operativo Apple su…un iPhone 4S.
Scopriamo insieme cosa ci ha convinto e cosa ci ha lasciato perplessi.

Il nostro esperimento con il fidato iPhone 4S inizia dopo una istallazione relativamente breve
grazie ad un download di contenuti di poco al di sotto del giga.
La prima impressione non appena ultimato l’aggiornamento è stata non esattamente positiva,
in quanto una inaspettata lentezza e scattosità affliggeva non solo il sistema operativo ma
molte delle app testate.
E stato sufficiente ricalibrale alcune impostazioni di sistema, come ad esempio la geolocalizzazione e le impostazioni per il controllo mail, ed un riavvio per tornare completamente alla normalità.

Dopo aver risolto questa prima questione siamo passati a testare le novità disponibili.

La cosa che ha colpito subito la nostra attenzione è stato il restyle della tastiera, comoda ed agevole nel passaggio tra maiuscole e minuscole.
In un secondo momento abbiamo anche notato il nuovo font, il “San Francisco”, molto simile al
precedente ma leggermente più deciso nei dettagli.

ios-9-beta-5-released-download-direct-links-install-apples-latest-developer-software

Ma il nostro interesse principale, e l’aspetto su cui abbiamo speso maggior tempo, è stato
l’approfondimento del nuovo sistema di gestione della batterie e della funzione di risparmio energetico.
All’interno del menu delle notifiche sarà disponibile la nuova sezione dedicata alla batteria del nostro telefono.
Con il nostro 4S possiamo visualizzare soltanto il dato del nostro smartphone ma, per quanti utilizzano telefoni compatibili con l’Apple Watch sarà possibili visualizzare anche il livello di batteria del nostro orologio.
Molto interessante è stata la scelta di Apple di inserire all’interno delle impostazione la nuova sezione dedicata alla batteria, grazie alla quale sarà possibile monitorare quali app hanno maggior impatto sull’uso della batteria oltre che visualizzare la stima del tempo di durata residua della stessa.

Discorso a parte merita l’opzione risparmio energetico.
Con l’attivazione di tale funzione verranno automaticamente disabilitate le funzioni relative a
l’invio e la ricezione di email, le app in background e tutti gli effetti grafici dinamici.
Durante il nostro test non si sono riscontrati significativi miglioramenti della durata della batteria ma, probabilmente, tale funzione apporta maggiori benefici alle vesrioni più recenti di iPhones.