Smartphone. Come lo usano gli italiani



Italiani e smartphone, un rapporto che si consolida sempre di più con il passare degli anni. Cambiano le funzionalità, cambiano gli utilizzi che l’utente ne fa. Il nuovo rapporto dell’Agcom ci aiuta a capirne di più sugli italiani e i telefoni cellulari.

test

Il centro studio Media World ha svolto questo sondaggio su un campione rappresentativo di 4.643 intervistati in tutta Italia, sentiti nell’aprile 2014, svelando vizi e virtù degli italiani in relazione agli smartphone. Con le nuove tariffe scendono evidentemente le sim utilizzate solo per telefonare (quelle che gestiscono il traffico dati hanno sorpassato la soglia dei 40 milioni) mentre gli sms, soprattutto grazie/per colpa dei servizi di messaggistica gratuita, continuano inesorabilmente il loro percorso verso il completo inutilizzo degli utenti.

Un intervistato su tre possiede due telefoni cellulari (e il 3% ne ha addirittura tre), mentre i comandi vocali sono utilizzati, assiduamente, dal 5% degli intervistati. L’ 81% lo usa come sveglia mentre addirittura il 56% lo tiene acceso e funzionante anche nelle ore notturne. Molti non riescono a farne a meno. E addirittura il 44% se lo dimentica a casa decide di tornare indietro a recuperarlo, non potendone assolutamente fare a meno. Solo il 2%, invece, si sente finalmente libero una volta affrancato dalla tecnologia

Scattare fotografie è un’altra delle funzionalità “superfle” per un telefono: il 25% degli italiani intervistati da Media World dichiara di farlo solo via mobile e di aver rinunciato alla tradizionale macchina fotografica, inoltre un intervistato su quattro ha affermato di aver abolito l’orologio da quando ha lo smartphone. Solo il 4% denuncia il furto mentre il 3% ammette di averlo smarrito….e ricomprato.




-->