Netflix e la streaming tv in Italia



L’articolo che vi proponiamo oggi è un’obiettiva prospettiva sullo stato della streaming tv in Italia.

Vi proponiamo oggi un’interessante analisi relativa alla diffusione della streaming tv in Italia, in particolare grazie all’importante sforzo distributivo dei tre maggiori players attualmente operanti nel mercato italiano.

L’articolo a cui facciamo riferimento, ripreso successivamente anche da importanti testate web ci presenta l mercato streaming tv italiano per quello che realmente è oggi, un mercato di nicchia che non ha ancora messo a fuoco il reale target di utenza.

Il punto, a nostro parere, più importante dell’analisi è il mettere in evidenza l’impossibilità del servizio streaming tv di creare comunità, di creare evento, inteso come attesa da parte dei vari utenti di quel determinato giorno e determinata ora in cui viene presentato il nuovo episodio della serie tv più amata del momento.
Da questo aspetto deriva poi la mancata creazione di quei gruppi di commento, tipici dei social network, durante i quali i vari spettatori commentano in tempo reale, tra di loro, quanto stanno vedendo.

Sicuramente l’Italia è lontana dagli standard di diffusione presenti oltreoceano, ma questa distanza è sopratutto generata dalla cultura e dall’approccio alla fruizione del servizio.
Quanto tempo sarà necessario prima che tale gap sia riempito?
Ma sopratutto grazie a quali iniziative?