La Rai scioglie l’accordo con Google: via tutti i video da YouTube



La Rai ha da poco annunciato di aver sciolto l’accordo che aveva stipulato con Google nel 2008, che prevedeva il caricamento di un numero prestabilito di contenuti video Rai su YouTube, in cambio di una percentuale sugli introiti pubblicitari relativi. Il motivo è il basso guadagno che la Rai trae da tale percentuale, definita dal direttore generale Gulbitosi una cifra irrisoria rispetto ai guadagni di Google.

E’ una notizia già annunciata da tempo, con Gulbitosi che cercò di chiedere una rinegoziazione degli accordi, volendo gestire la pubblicità dei video per conto suo, senza successo poiché non previsto.

Dopo il tentativo di rinegoziazione degli accordi, appurato che Google non ha alcuna intenzione di rivederli, la Rai ha deciso per la soluzione definitiva: entro il 1 Giugno, YouTube dovrà rimuovere tutti i 40.000 video Rai assieme a oltre il milione di video caricati dagli utenti con immagini Rai. I primi saranno ospitati nel sito Rai.tv, che diventerà il portale definitivo per la fruizione on demand dei contenuti Rai, i secondi probabilmente spariranno per sempre. main_yt Sarà stata una scelta giusta? Oltre agli introiti c’è da considerare la pubblicità indiretta che YouTube poteva fornire alla Rai, oltre al risparmio di denaro sui server che ora su Rai.tv dovranno probabilmente essere rimpolpati; ma se davvero la cifra era così insignificante, forse la Rai non aveva molta altra scelta. Resta l’errore effettuato nel 2008 quando si svendettero così i contenuti Rai senza avere la lungimiranza di cercare un accordo più vantaggioso per il futuro.

Si vocifera invece che qualche contenuto potrebbe passare a Microsoft, sulla sua piattaforma Bing Video, si vedrà.

Fonte: DDay.it