iPhone 7 Ancora dubbi sulle scelte Apple



La Apple ha da poche ore calato il sipario sul suo abituale “show” settembrino dedicato a
tutte le novità e gli aggiornamenti dei suoi prodotti.
La nostra attenzione, questa volta, sarà dedicata esclusivamente alle scelte effettuate in merito al nuovo iPhone, e come, a nostro parere, continuano ad essere indicative di quanto sta avvenendo nei corridoi di Cupertino.

Tim Cook ha affrontato il consueto evento di presentazione dei prodotti Apple all’ombra di non poche nubi ed incertezze.
Su tutte il conflitto con la UE in merito alla gestione delle sedi irlandesi della Apple e tutti gli obblighi che da ciò derivano ma anche un andamento dell’azienda che negli ultimi anni
è sembrato sensibilmente in affanno e sempre più “a portata” degli ormai numerosi competitors.

content_small_schermata_2016-09-07_alle_20-04-10

Il lancio del nuovo iPhone 7 può essere riassunto con una frase “Di più, di più, di più”.
Il nuovo smartphone della Apple, in entrambe le versioni, può sicuramente essere considerato
il più completo mai realizzato dalla Apple sotto ogni punto di vista.
Funzioni, processore, screen e camere sono quanto di meglio disponibile sul mercato ma
tali migliorie ormai non rappresentano più la garanzia di successo di vendite e la scelta di rendere resistente all’acqua il nuovo iPhone non sembrerebbe essere la motivazione principale che possa spingere un cliente ad acquistare la nuova versione del telefono Apple.

310

La nuova “feature” più pubblicizzata è stata sicuramente la rimozione del jack fisico dedicato agli auricolari audio.
Nonostante la Apple abbia deciso di fornire un adattatore per le vecchie cuffie che potrà facilmente essere inserito nella presa di alimentazione, ciò che non ha convinto particolarmente è stata la scelta di design delle nuove cuffie.
I nuovi AirPods, così denominati dalla Apple, risultano fin da subito non sufficientemente stabili, ergonomici e resistenti nel loro posizionamento all’interno dell’orecchio per poter affrontare una camminata rapida.
Altro elemento di dubbio è la durata della carica degli stessi, e come un oggetto che si distingueva per affidabilità adesso sarà soggetto al timing di una batteria.
Sicuramente una grande delusione per chi utilizza molto le cuffie in viaggio e per lavoro.

apple-iphone7

Il nuovo tasto Home è stata la novità che abbiamo apprezzato di più.
Si è passati dall’ormai classico tasto a pressione ad un tasto capacitivo dotato di risposta variabile in base al tatto ed alla pressione effettuata.
Grazie alle nuove possibilità del tasto Home molte più features potranno essere gestite grazie alla semplice punta dei un dito.

content_small_schermata_2016-09-07_alle_19-59-34

Come precedentemente anticipato i tagli dell’HD interno partiranno orami solo dai 32 GB per arrivare alla taglia massima di 256 GB.
Anche i prezzi hanno subito dei sensibili incrementi andando ad avere le seguenti configurazioni:

iPhone 7
versione 32 GB da 799 euro;
versione da 128 GB da 909 euro;
version da 256 GB da 1019 euro

iPhone 7 Plus
versione 32 GB da 939 euro;
versione da 128 GB da 1049 euro;
version da 256 GB da 1159 euro

Segnaliamo inoltre che la versione JetBlack sarà distribuita solo in versione 128 e 256 GB.

apple-iphone7plus-jetblk

In conclusione la Apple ha nuovamente cambiato tutto, senza effettivamente aver portato il proprio smartphone, e con se tutto il relativo mercato, verso una nuova “era” che ormai si fa attendere dal lontano 2007 anno del lancio del primo iphone.
Non resta che attendere il 16 settembre, data da cui si apriranno gli stores per il nuovo device, per poter vedere quali risultati di vendita porteranno tutti gli aggiornamenti proposti nel nuovo melafonino.