Connect with us

iBooks 2, iBooks Author e iTunes U app le novità di Apple per l’istruzione

Apple

iBooks 2, iBooks Author e iTunes U app le novità di Apple per l’istruzione

Vi avevamo preannunciato qualche giorno fa il nuovo keynote di Apple, questa volta riguardante il settore dell’istruzione, il cui svolgimento è da poco terminato.

Il primo punto affrontato è quello dei libri di testo, la cui esperienza di lettura vuole essere rinnovata per adattarsi meglio alla multimedialità di iPad: Apple propone perciò i libri di testo interattivi, che offrono strumenti come ad esempio la ricerca interna, non possibili nella lettura tradizionale. Lo scopo di Apple sarebbe quello di invogliare maggiormente la lettura e lo studio, attraverso libri nuovi e freschi che suscitino maggior interesse.

Gli strumenti interattivi disponibili sono molteplici: si va da animazioni o modelli 3D, all’interazione veloce con il dizionario o con il web (Wikipedia in primis) per i termini selezionati, fino alle cosiddette Study Cards, che permettono di appuntarsi delle cose come se fosse un bloc notes o evidenziare le parti essenziali desiderate come se si avesse in mano un evidenziatore. Apple ha inoltre mostrato qualche esempio di libro interattivo, che presentavano anche a fine di ogni capitolo dei semplici quiz di comprensione, anch’essi interattivi e in grado di effettuare la correzione in tempo reale.

iBooks 2 è già disponibile in aggiornamento su App Store ed inoltre verrà creata una nuova categoria su iBooks Store contenente questi libri di testo: Apple ha inoltre annunciato accordi con le principali case editrici di libri di testo statunitensi (McGraw Hill per esempio) per rendere disponibili i loro libri su questo speciale store.

Per creare questi libri di testo interattivi, Apple fornisce la applicazione per Mac OS X iBooks Author che si profila una sorta di XCode per questi libri.

Con una interfaccia simile a quella delle applicazioni di iWork, iBooks Author è caratterizzata dall’estrema semplicità di utilizzo: oltre alle funzioni basilari ma efficaci, sarà possibile utilizzare HTML5 o Javascript per quelle più avanzate; infine, sarà possibile controllare sempre l’anteprima del proprio libro come se fosse su iPad. Chiunque può creare il proprio libro interattivo e pubblicarlo su iBooks Store, esattamente come si fa per le app. iBooks Author è già disponibile gratuitamente sul Mac App Store.

Per finire, Apple parla di iTunes U, il famoso servizio che permette di assistere in video alle lezioni registrate di moltissime università (soprattutto americane, ma anche in Italia), che ora si trasforma in una vera e propria applicazione che aggiunge una più spiccata interazione tra insegnante e studente, fornendo la possibilità di chiedere domande per lo studente e di pubblicare avvisi e varie informazioni per il docente. Una sorta di Moodle per App Store, insomma.

Apple in questa conferenza ha presentato novità più interessanti di quanto non ci si aspettasse alla vigilia ma pare che, almeno per ora, tutto ciò riguardi molto più da vicino gli Stati Uniti più che il nostro Paese, anche se nulla vieta a nessuno di cimentarsi con la creazione di libri interattivi. Vedremo quale sarà il successo, che è legato a filo doppio con quello di iPad.

Continue Reading

More in Apple



News


Top News

To Top