Amazon presenta il servizio di consegna Prime Air



Nei giorni scorsi Amazon ha presentato il suo nuovo servizio di consegna denominato
Prime Air.
Scopriamo di cosa si tratta e chi potrà utilizzare il nuovo servizio.

Amazon è sempre stata un azienda orientata la servizio dei propri clienti.
Grazie alle numerose iniziative organizzative messe in atto in tutti i vari centri di distribuzioni
sparsi nelle nazioni in cui opera Amazon è stata capace di rendere i sui servizi di consegna
talmente rapidi da introdurre le consegne in un ora.

Oggi però Amazon è riuscita a fare anche di più.
Grazie all’introduzione e l’oso dei droni ha creato il servizio Prime Air, grazie al quale
gli acquisti di piccole dimensioni potranno giungere all’acquirente gazie alla consegna aerea
ed in meno di mezz’ora.
Ovviamente Jeff Bezos, AD di Amazon, è stato subito molto chiaro in merito alle prospettive di miglioramento di tale servizio affermando apertamente che la tecnologia ed il servizio sono ancora in fase di “definizione” e che per poter raggiungere la maturità saranno necessari almeno quattro anni di operatività e costane “tuning” per rendere l’osperienza utente ai livelli delle alte possibilità
del brand Amazon.

Amazon-Jeremy-Clarkson-640x428

A supporto della presentazione del servizio è stato diffuso un interessante video che ha come protagonista il noto ex conduttore di TOP GEAR, Jeremy Clarckson, in quale introduce
il servizio e le sue potenzialità andando a mostrare come effettivamente si svolgerà una
consegna a mezzo drone.
Allo stato attuale, viene comunicato, il servizio potrà coprire un raggio di 15 miglia dal magazzino di stoccaggio in cui il prodotto è conservato ed il drone potrà raggiungere la velocità di 55 miglia all’ora ed una autonomia di volo sufficiente a coprire più di una consegna senza necessità di ricarica o sostituzione delle batterie.

A questo punto non resta che attendere il lancio del servizio anche in Italia dove il successo
sarà ovviamente assicurato.